Circolazione forzata - Punto Fire

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pannelli solari

Collettori solari a tubi sottovuoto CON SISTEMA “HEAT PIPE”


La particolare costruzione dei collettori, costituiti da un tubo di vetro in borosilicato racchiuso in un altro tubo, tra cui è creato il vuoto, permette di utilizzare l'energia solare con qualsiasi angolo di incidenza, tale da ottenere un funzionamento ottimale durante tutto l'arco della giornata.
Lo scambio termico avviene per mezzo di un sistema pressurizzato in rame, chiamato heat pipe, all'interno del quale si alternano le fasi di evaporazione e condensazione del liquido contenuto.
La tecnologia del sottovuoto limita le dispersioni termiche verso l'esterno e garantisce l'accumolo completo dell'ener- gia solare captata.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Tubo sottovuoto: tipo Heat-Pipe tubo di vetro borosilicato, resistente ad un chicco di grandine di 25 mm - heat-pipe in rame C12200
CIRCOLAZIONE FORZATA
Collettore di acciaio inox: di alta qualità.
Rivestimento esterno del collettore: lastra di acciaio inox (304).
Rivestimento interno del collettore: 55 mm di poliuretano, che assicura un’ottima conservazione del calore.
Pressione di lavoro: fino a 6 BAR
La struttura portante: in acciaio inox, con ottima resistenza alla corrosione ed alla temperatura.
Pannelli riflettori (n°2): composti da vari strati di acciaio inox, facile da installare con i vantaggi della ventilazione e della prevenzione alla formazione di ghiaccio.
Il montaggio della struttura: estremamente semplice e veloce.


Il sistema include:

  • collettore tubi sottovuoto, serbatoio acqua

  • centralina di controllo elettronica

  • pompa di circolazione, vaso espansione

  • centralina idraulica

Garanzia di legge:
5 anni serbatoio, 2 anni parti elettriche

Il sistema può essere usato per compensare l'impianto di riscaldamento; il risparmio energetico varia dal 40% al 70% a seconda del tipo di impianto.


La trasmissione del calore avviene grazie all'heat pipe, un tubo in rame con uno speciale liquido che, a causa della depressione, evapora già a basse temperature.


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu